Pupilli 3391691890 – Chiesi 3398499475 - Calvetti 3286780716 info@premiorotonda.it

Canziani Vasco

Apparizione
Misure cm 60x80
olio su tela
La casalinga
Misure cm 70x100
olio su tela
Vasco Canziani è nato a Livorno, dove vive e lavora.
Artista ribelle al tradizionalismo, si accosta al mondo della pittura all’età di diciotto anni seguendo le orme dei post-macchiaioli dell’epoca. E’, però, in continua ricerca. Infatti arriverà a sperimentare una tecnica di divisionismo a tampone, che gli regalerà molti consensi di critica.
Dal 1976 partecipa assiduamente al Premio Rotonda, ricevendo segnalazioni di critica. E’ socio dell’Associazione Culturale “Toscana Arte-G.March”. Ha insegnato pittura presso il Centro Culturale “Massimo Luschi” di Livorno.
Tra i premi ricevuti segnaliamo: Premio Città di Piombino (1975), Premio Città di Viareggio (1977), Premio Massa Finalese (Modena, 1983-84), Premio Rotonda (1998-99), Premio Città di Follonica (2004), Expo Pisa (2006), Collettiva Palagio Guelfo, Firenze (2006).
Vi è piena coerenza in Vasco Canziani, dotato di indubbie qualità di raffinato interprete di atmosfere sospese, quasi magiche tra la concezione del reale e la sua realizzazione su supporto visivo. Nelle sue opere si legge la sintesi cui si giunge attraverso una lettura accurata dei tanti segmenti che occupano le sue tele. Segmenti e sfilacciate inquadrature di paesaggi e figure di cui peraltro nella minuzia del particolare letto a distanza si giunge all’interpretazione del globale. E la visione d’insieme allontanata dall’occhio si impone in tutta la sua liquescente e caleidoscopica frammentarietà di cui però ogni segmento si allaccia e si annoda perfettamente all’altro. Canziani giunge alla sintesi giocando con il colore di cui soppesa ogni sfumatura, ogni vibrazione, ogni contrasto con tecnica dinamica e sapiente disegno che gli permettono di giocare con le forme. E le forme ci sono, ma appena disegnate, scomposte, diluite, immaginate, arabescate dietro giochi di luce e ombra, morbide di colore talvolta appena accennato.

Giuliana Matthieu

Pin It on Pinterest

Share This